Kin-narah                                   
Allevamento gatto sacro di birmania
                                  


I cuccioli di sacro di birmania: condizioni di cessione

INFORMAZIONI SUI CUCCIOLI DI SACRI DI BIRMANIA DEL NOSTRO ALLEVAMENTO


Quando una delle nostre femmine è in dolce attesa, ci prendiamo cura di lei, prestandole la massima attenzione. Le gatte gravide mangiano il queen della Royal Canin, un mangime specifico per le femmine incinta, in quanto è più ricco di proteine e contiene acido folico, che aiuta nella prevenzione delle malformazioni. Inoltre attorno ai 30-40 giorni di gestazione facciamo un'ecografia per controllare che vada tutto bene e la ripetiamo pochi giorni prima del parto.

 

 

cucciolo di gatto sacro di birmania seal point di pochi giorni dell'allevamento Kin-narah


cucciolo di gatto sacro di birmania seal point di pochi giorni dell'allevamento Kin-narah

Non lasciamo mai le nostre birmane da sole durante il parto, in maniera da rassicurarle ed aiutarle a far nascere i cuccioli. Spesso quando si avvicina il momento del parto le future mamme sono un po' nervose, perciò le separiamo dalle altre gatte per rasserenarle. I cuccioli nascono in camera da letto, così possiamo prenderci cura di loro anche durante la notte. Finchè non hanno effettuato il primo vaccino non facciamo vedere i cuccioli, per salvaguardare il benessere loro e della mamma. Coccoliamo e seguiamo con attenzione i nostri sacri di birmania fin da quando sono piccoli. I primi mesi di vita sono infatti fondamentali per lo sviluppo del carattere dei cuccioli, perciò cerchiamo di educarli, abituarli ai rumori e ad essere toccati fin dai primi giorni. Questo è molto importante per i sacri di birmania che verranno portati in esposizione. In casa con noi vivono anche due dolcissime cagne akita inu, perciò a partire dai due mesi di età abituiamo i cuccioli a convivere con i cani.

Dorje Ling ossidiane, gatto sacro di birmania seal point che allatta la sua cucciola birmana Kin-narah taiga
gatta sacro di birmania che allatta i suoi cuccioli


Per l'ANFI i cuccioli di sacro di birmania non possono lasciare l'allevamento prima degli 84 giorni. Questo è il tempo minimo che serve ai cuccioli per essere completamente svezzati. In nessun caso cederemo i nostri birmani prima del tempo. Nel caso in cui i nuovi proprietari stiano lontani da casa per tante ore, lasciando il cucciolo da solo, preferiamo cedere i gattini un po' più grandi, o con un altro birmano per tenersi compagnia.

 

Kin-narah shanti, gatto sacro di birmania seal point con i suoi cuccioli nati nel nostro allevamento


Rumba con la sua cucciola di sacro di birmania blue tortie, Kin-narah Thundra, nata nel nostro allevamento

Prima di cedere uno dei nostri birmani, vogliamo conoscere i futuri proprietari. Siete i benvenuti a visitare l' allevamento, cioè la nostra casa, per vedere con i vostri occhi doveve vivono i nostri gatti e a conoscere di persona gli splendidi sacri di birmania.